Back home pt2

Sono tornata a casa per 10 giorni di ferie. Riassunto: UNA MERDA.

Dovevo festeggiare il compleanno col mondo, alla fine nessuno aveva tempo, quindi ciccia al culo e tanti auguri per i miei 26 anni.

Chi doveva esserci c’era, e questo è l’importante.

Problema famiglia:

Pur abitando a Brighton, mia madre mi fa sentire in colpa. I problemi sono che non mi faccio mai sentire, che quando torno in Italia a casa non ci sto mai, che non sa quello che faccio..

Ma io non posso sopportare ancora momenti del genere, del tipo che torno a casa e trovo mia mamma che fissa il muro come se non esistesse più una speranza per nessuno.

E sono stata davvero a tanto così dal dirglielo. Il problema è che non so se è meglio o peggio.

Ieri mi ha chiamata dicendomi “ah ma te sparisci proprio” “Mamma, sono tornata a Brighton due giorni fa, ti ho scritto, cosa ti dovevo dire?” “TU ERI IN ITALIAA NON A CASAAA CHI TI HA VISTAAA?” piangendo e urlando. Poi mi ha sbattuto il telefono in faccia, ho richiamato e non ha risposto.

Vorrei solo vivere la mia vita tranquilla, senza mal di stomaco, senza ansia ogni volta che devo pensare a casa mia.

E voglio bene a mia mamma, ma lei non lo capisce. A 26 anni continuo a scrivere quello che scrivevo a 16: io ho bisogno dei miei spazi.

 

3 thoughts on “Back home pt2

  1. Spesso le persone hanno bisogno di sentirsi dire le cose in modo diretto per cominciare a cambiare. Prova a parlare chiaramente con tua madre, magari riuscirà a sorprenderti. E qualora non lo facesse almeno saprai di averle detto esattamente come ti senti e cosa provi quando non ti lascia i tuoi spazi.
    Vivere nell’ansia di non sentirsi totalmente liberi è una condanna che nessuno dovrebbe mai provare.

    • lo so, ma dirle chiaro e tondo la verità implicherebbe casini su casini con mio padre e tutta la famiglia. Roba che sarebbe lo scandalo del secolo. E non so se sono pronta a sentirmi sola davvero.

  2. Già lo capisco, credimi…in un certo senso anche io sto evitando di parlare di me con alcune persone della mia famiglia, ma mi sto accorgendo che la situazione sta diventando più pesante del previsto e che non sono più in grado di gestirla. Per questo ho deciso di parlare chiaro una volta per tutte, anche se questo dovesse portare a delle conseguenze.
    A volte mi chiedo perché le cose, per quelle come noi, debbano essere sempre così complicate.

I commenti sono chiusi.