Aggiornamenti

Sono viva.

Ho una casa, dei coinquilini e nuovi amici. Non ho un vero letto, ma per 12 sterline ho trovato una figata di double bed gonfiabile. Ho le lenzuola da pappone e una chitarra nuova.

Tutto funziona alla grande qui.

Qualcuno è ritornato, dicendomi che sarò per sempre il suo rimpianto più grande. Io spero solo che stia bene.

Per quanto riguarda la questione “omosessualità” la notizia è una: c’è speranza per tutti. Il mondo non è una merda ovunque. Qui la gente è tranquilla, e i gay girano mano nella mano, perchè è normale ed è bello così.

Mi sento fortunata. Ho un lavoro, posso essere me stessa, ho tempo libero a sufficienza per fare quello che mi piace (per ora poltrire). E niente.

Devo impegnarmi ad aggiornare il mio blog un po’ più spesso 😀

Pensieri a caso.

Sono a Brighton, è tutto una figata, ma continuo a farmela sotto.

Iniziare a lavorare in reparto sarà dura, e spero di riuscire nell’impresa.

La mia vita negli ultimi mesi è cambiata totalmente: Ero 8kg in più, distrutta da una storia che pensavo fosse “la storia della mia vita”, ero in Italia.

Ora sono esattamente dove volevo essere e anche se le cose sono andate diversamente dai miei piani (grazie al cielo), non potevo essere più felice.

E’ tutto diverso, è tutto più limpido.

Avevo pensato di cambiare blog, di lasciare questo da parte ed iniziarne un altro. Poi ho pensato al motivo per cui avevo deciso di raccontare di me. Non era per la mia storia, era per dare un senso di “normalità” a quello che sembrava così tanto “strano” agli occhi degli altri, era per regalare un po’ di speranza a chi non vedeva una via d’uscita. Era per me, ed era per quelli che come me avevano “fame” di sapere che le cose potevano anche andare bene ogni tanto.

E quindi niente. E’ la mia vita, è andata così. Le delusioni vanno accettate, e sono felice di aver reagito, sono felice di aver imparato ad ascoltarmi, sono felice di non essere cambiata e di essere ricaduta nel tunnel dell’amore.

Ora La Vale dorme, e io sono in crisi perchè mi manca da morire.