Brighton

È una settimana che sono sbarcata in terra inglese e tutto procede bene!
Scusate per l’assenza ma ho il PC in valigia e non ho voglia di tirarlo fuori, quindi scrivo con il mio smartphone, che poi tanto è uguale.

Qui le cose funzionano bene, c’è il mare, non fa così tanto freddo e posso dire a tutti che ho una ragazza in Italia.

La Vale è rimasta, si sta facendo in quattro per rimanere insieme a me. Ogni giorno mi dice che sono una persona stupenda, e che le manco da morire. E anche lei mi manca.

E qui ho tante cose a cui pensare, ho trovato casa con altri italiani, sto iniziando un percorso lavorativo nuovo, cerco di imparare anche lo spagnolo (che non mi venga l’idea di partire per le canarie).

È una botta di aria fresca. Quello che mi ci voleva. Un posto in cui se vieni discriminato hai una legge che ti tutela, un posto in cui parli con la tua “capa” e le dici che hai una ragazza ma in Italia è difficile, e lei ti risponde “this is the perfect place for you, welcome to Brighton” seguito dal racconto di quando a 21 anni aveva avuto una relazione con una donna.

Tutto ciò nel cortile di un pub, con almeno altri 10 colleghi che parlano tranquilli.

E non mi sentivo in imbarazzo. Almeno fino a quando qualcuno non ha detto alla capa “a lei piace la patata”. A quanto pare gli inglesi  non notano nessuna somiglianza tra una “pussy” e una patata e questo li fa spisciare dal ridere. 😀

Welcome to Brighton!

5 thoughts on “Brighton

  1. Ed io sono davvero tanto contenta che lì sia tutto così stupendo. Buon nuovo inizio! 😊 E ogni tanto ricorda di aggiornarci con belle notizie che qui in Italia possiamo solo sognare.

I commenti sono chiusi.