Convinzioni più o meno veritiere.

A differenza dell’altra volta, a sto giro sto meglio. Anche perchè mi ero preparata psicologicamente al peggio.

L’unica cosa di cui sono felice è che non le scrivo, e non mi sforzo, non mi viene e basta.

Più che altro quando sto male, riduco tutto ad un unico motivo: la delusione, e di cosa?

Sono delusa di non essermene accorta prima, sono delusa del fatto che probabilmente è sempre stata così e non me ne sono mai accorta.

Le mie amiche, mi dicono che indubbiamente mi ha amata, ma no, a questo proprio non riesco a crederci. Ora non più.

Sappiamo tutti che visione ho io dell’amore, non finisce dopo due anni, non finisce dopo sei mesi, o c’è o non c’è.

E comunque non basta solo quello, serve coraggio, serve voglia, serve pazienza, servono un sacco di cose.

Penso che probabilmente ho avuto l’illusione di chissà cosa. La mia prof di inglese delle medie, diceva sempre a mia mamma: “sua figlia è così, lei è innamorata dell’amore”.

Mica le diceva che in inglese ero brava, no, lei le diceva che ero “innamorata dell’amore”. Sono sempre stata così, e ho sempre avuto il desiderio di incontrare una ragazza, quella che ti salva la vita, quella che ti sconvolge l’esistenza e ti rende felice.

Pensavo di averla trovata.

Ed ecco che torna la delusione, perchè ho avuto segnali, sensazioni, e ho fatto finta di niente. Mica poteva essere sempre tutto perfetto? No. Però non poteva nemmeno essere tutto una catastrofe.

Non stava bene e non lo è mai stata. Sapevo che prima o poi se ne sarebbe accorta anche lei, certe litigate erano davvero troppo assurde.

E quindi?

Quindi niente. Passo le giornate a parlare con persone più o meno interessanti, che si interessano a me per non si sa cosa in particolare. Chiacchiere? Una cena? Un uscita con un finale più o meno squallido?

Può essere. E sinceramente non mi interessa. Voglio solo liberarmi dai fantasmi che ha lasciato nella mia vita. Alla svelta. Perchè non voglio rinunciare ad un cinema con gli amici, perchè “non riesco a sedermi su quelle cazzo di poltrone perchè ci andavo sempre con lei, anche al pomeriggio, come i vecchi”.

Questa è a realtà, e per quanto la questione del chiodo che scaccia l’altro chiodo, per alcuni sia un argomento discutibile, per me è l’unica via da intraprendere. Mi riempio le giornate, penso ad altro, e penso che comunque, peggio di così non potrebbe andare, e chissenefrega, magari trovo anche una ragazza che mi prende di testa per davvero. E lo spero. Perchè ho tanto da dare e tenermi tutto per me mi fa schifo.

Non sono mai riuscita a stare da sola, i miei periodi da single sono sempre durati poco. Non sono mai riuscita nemmeno ad andare con gente a caso. Perchè non sono come lei, non lo sono mai stata.

Quindi boh.

Più che lei, mi manca l’idea che avevo di lei, perchè altrimenti, avrei preso il treno un altra volta.

11 thoughts on “Convinzioni più o meno veritiere.

  1. Ehi ciao! Seguo il tuo blog da un po’, ti avevo già scritto l’altra volta dicendoti che ero rimasta sorpresa dalla rottura perché ti seguivo e leggevo quello che scrivevi e bla bla vabbè 😀 comunque, secondo me, non so, forse ti dirò una cosa un po’ cinica o triste verità o altro, comunque a mio avviso l’amore non è per sempre. Cioè ci innamoriamo, ci mettiamo tutto il cuore e l’anima ma alla fine rimaniamo solo noi stessi. Tutto questo ci aiuta a crescere, a capirci meglio e a trovare nuove cose di noi stessi che non conoscevamo prima di incontrare quella persona. Anch’io sono innamorata dell’amore e quando amo, amo alla follia quindi ti capisco però, allo stesso tempo, sono consapevole che, alla fine, niente è per sempre tranne noi e le nostre paure, i nostri sogni, i nostri amori, il nostro essere insomma.E, allo stesso tempo è bello vivere con l’idea che da qualche parte nel mondo ci sia una persona, quella persona

    • tutto giusto, ma per me le cose insieme si affrontano. Ho visto i miei nonni stare insieme una vita intera, condividere lo stesso divano, tenersi per mano dopo l’Alzheimer, dopo una vita di problemi e sacrifici. A questa cosa che “l’Amore non è per sempre” non ci credo, si evolve e diventa altro. Non voglio entrare in discorsi del tipo “eh, una volta le cose duravano, adesso abbiamo perso i valori e siamo delle persone vuote”, però c’è da dire che siamo nell’era dell’usa e getta. Quando una cosa non va bene, si butta via e la si cambia. Non sono così e mai riuscirò ad accettare questa idea “a termine” dell’amore..

  2. Più che ” usa e getta” io la vedo più come un presa di coscienza del fatto che possiamo stare bene anche da soli, che l’amore quando c’è ed è condiviso è bellissimo ma che se non ci fosse sarebbe bello lo stesso. Ora, l’amore che dura per sempre esisterà o meno, questo non posso saperlo. Ma concedimi il beneficio di non crederci e di credere in me stessa e nella mia capacità di amare. Siamo in un periodo storico che, per fortuna, ce lo permette ( almeno credo), il bello di tutto questo è che non siamo obbligati da niente e nessuno. Se non ci sentiamo obbligati a prendere in mano una relazione che sta andando in frantumi e cercare di ridare linfa al rapporto, nessuno ce ne farà una colpa. Se ci sentiamo di continuare una cosa bella perché ci crediamo nessuno ce ne farà una colpa ugualmente. Naturalmente non voglio entrare nei casi specifici, non mi interessa ( mi è capitato questo blog per caso e sto scrivendo qui, probabilmente sono totalmente fuori luogo perché questo è il tuo blog 😀 ).

    • Ma no, non sei fuori luogo, sono solo visioni un po’ diverse:) e me lo dicono tutti che “si sta bene anche da soli”, ed è vero.. Personalmente, faccio un sacco di cose e mi diverto, però, per come sono fatta, sento sempre che c’è quella cosa che mi manca, e vedo tutto un po’ campato per aria 😀

  3. “Sono sempre stata così, e ho sempre avuto il desiderio di incontrare una ragazza, quella che ti salva la vita, quella che ti sconvolge l’esistenza e ti rende felice.”
    Ok dimmi dove sei e volo 😉

  4. Te ci ridi, ma quella frase avrei potuto scriverla io. Leggerla mi ha quasi rapito per un istante. Comunque poi l’ho scoperto da sola di dove sei, no problem ahahah ! E pensare che fino ad un mese fa abitavo non molto distante da te. Che stranezze.

  5. Prossimamente mi trasferirò a Bologna, se sarai ancora sotto per tutta questa faccenda, ti inviterò davvero ad affogare i dispiaceri tra un bicchiere e l’altro ! Anche se, con tutta onestà, devo dirti che ho abbandonato questi metodi poco ortodossi. Passata la sbornia mi sentivo ancor peggio di prima. E, dopo mesi trascorsi così, direi anche che non ne valeva la pena.

I commenti sono chiusi.