Sinceramente?

Ferragosto è sempre stata un giornata del cazzo per me.

Non chiedetemi perchè, ma ogni anno della mia vita, il 15 di agosto è un giorno di merda. Sempre.

Sono stata sola tutto il giorno, ieri sera ho fatto tardi, ho bevuto troppo, ho parlato con gente, solito insomma.

Oggi a casa ho parlato con una mia amica, mi sono un po’ sfogata e l’ho aggiornata sulle cose successe. Si è raccomandata “non tornarci insieme” “no”.

No per davvero. Il mio cervello me lo stava dicendo già da tempo che in lei c’erano troppi comportamenti che non andavano. Si nasconde dietro al suo essere impulsiva, ma a volte era proprio esagerata. Volevo davvero stare con una persona del genere? Si.

Per lei avrei fatto di tutto. Ero venuta a sapere che mentre non stavamo insieme (e stavo come una merda), lei si era vista con una. Ero passata sopra anche questo, sempre perchè “è in crisi, sta male, non capisce niente”.

E vale la pena giustificarle tutto? no. Basta.

Non sta male, non ci piange, niente. Nemmeno si è degnata di chiedermi scusa, o di dirmi due parole del cazzo. Niente. é scomparsa, e sono scomparsa anche io.

E sempre a differenza mia, è la prima che esce, e limona a destra e a sinistra. Che tanto lo so. Il mio istinto non ha mai sbagliato. Certe cose una persona se le sente. Come mi sento che c’è qualcuno. Perchè è tutto troppo strano.

“Tu hai messo in dubbio tutta la tua vita per lei, mi dispiace che hai fatto questo cambiamento per una persona del genere. Non è normale.” cit. amica.

Di fatti. Per fortuna qualcuno capisce come sto. Ho messo in discussione tutto per lei, senza rimpianti, lo rifarei, ma magari manterrei un minimo i rapporti con mia mamma. Quante litigate per vederla, quante litigate per passare poche ore insieme a lei.

Penso anche io che abbia qualche problema. Non so con chi, se con se stessa, con qualcuno, ma dovrebbe parlare con uno psichiatra. E non lo dico tanto per dire, nemmeno per offenderla. Ma non è normale piangere, poi fare la faccia completamente disinteressata, poi andare in crisi, poi giurarmi amore.. E io ero li, non me lo sono immaginata.

Boh. In tutto ciò inizio ad aver paura di partire. Non so se andare o no. Non so se trovarmi un buon lavoro qui o no. Non so.

Dovevamo partire insieme, poi dovevo partire solo io, ma era comunque bello sapere che avevi qualcuno vicino, anche solo con il pensiero. Partirò da sola probabilmente, e imparerò a farcela, o fallirò e tornerò a casa. Non lo so.

Voglio innamorarmi di nuovo. Voglio aria fresca. Voglio dimenticarla, voglio fare come fa lei, vivere nell’indifferenza di quel qualcosa che c’è stato e ora è scomparso.

Adesso basta giustificarle sempre tutto. Basta.

3 thoughts on “Sinceramente?

I commenti sono chiusi.