“ti sei fissata”

Cose che mi dice la sua amica.

Premessa: Sono passate 3 settimane dal giorno in cui mi ha detto “lasciami stare mi fai venire l’ansia”.

Ho passato momenti di sofferenza atroce, nel senso che proprio non sapevo come arrivare a fine giornata.

Ammetto di non essere una persona che riesce a stare nel suo, ma nella mia situazione avreste saputo fare diversamente?

“ti sei fissata, parli solo di lei”

No. Con te parlo solo di lei, perchè sei la sua amica, e a me spiegazioni non me ne da. E’ capace solo di dire “non lo so, non lo so, non lo so” a 27 anni. E io a 25 anni non accetto di chiudere una storia in questo modo.

“perchè te le scrivi i monologhi e lei ti risponde a monosillabi”. Ma porca troia. perchè? perchè le scrivo i monologhi? perchè non ho mai avuto possibilità di controbattere, perchè spegne il telefono, perchè non mi affronta. Non vuoi stare con me, va bene, però per una cazzo di volta ne parliamo decentemente.

E poi.. Viene a sapere che ho fatto serata con una, mi dice che è gelosa, che sono cambiata ecc ecc, mi dice pure “io non posso tornare cont e, per tutte le cose che ti sono successe”

le rispondo “guarda che l’hai voluto tu, e poi fondamentalmente non è successo niente. E se devi trovare la giustificazione per chiuderla definitivamente, non dare la colpa a me. Venerdì ci vediamo e ne parliamo?”

“va bene”

E poi è scomparsa di nuovo.

In tutto ciò non le ho mai detto di voler tornare insieme a lei. In tutto ciò le ho solo detto che volevo parlare da persone civili faccia a faccia, non di certo tramite SMS. Adesso viene fuori che sono io che la stresso, io che sono ossessionata, quando vorrei solo fare un cazzo di discorso sensato da persona adulta.

E invece no, perchè evidentemente di adulto non c’era proprio niente.

E quindi BOH.

In tutto ciò ho cambiato taglio di capelli, ho conosciuto un po’ di ragazze, e così sto bene. Perchè non ho l’ansia di dire di continuo a qualcuno dove sono e perchè, vivo tranquilla, se mi viene voglia di andare in qualche posto ci vado, non devo niente a nessuno. E lei lo sa. Sa anche che non voglio tornare insieme a lei dopo quello che mi ha fatto, e che comunque bisognerebbe pensarci bene. Sa che ho acquistato autostima da quando mi ha lasciata, e che sono molto più sicura di me.

Ma non mi va di passare per quella che non sono. Non sono una stalker, non sono una che vive nell’ossessione di una stronza che ti lascia senza motivo, dopo due anni e due mesi, dopo mille cose passate insieme. Non sono ossessionata, sono dispiaciuta ed amareggiata, e non poter parlare e risolvere la questione mi urta. Per questo che poi a una certa sclero e le mando i papiri, perchè la mia opinione la deve sapere.

Ma no, io sono ossessionata.

Io ho voglia di conoscere gente nuova, ho voglia di lanciarmi in una storia nuova, ho voglia di trovare una persona coerente come me, che sia in grado di darmi quello di cui ho bisogno. Non voglio un altra storia del genere, finita così, vissuta praticamente a senso unico. Che poi sono consapevole che è ancora presto, visto che non sono nemmeno riuscita a baciare una che mi piaceva.. Ma piano piano tutto torna.

E’ così assurdo chiedere tempo per parlare e chiarire le cose, dopo due anni? Io non penso.