Pensieri pomeridiani

E niente. Più passa il tempo e più penso che le abbia dato troppa importanza. Ho cambiato un sacco di atteggiamenti per lei, tipo smettere di parlare con le persone perchè io, secondo lei “facevo l’oca”.

E poi penso a come è fatta e a cosa le passa per la testa. Si butterà via come sempre, si darà a gente a caso, perchè volendo o no, le persone non cambiano mai.

E ha fatto così con le sue ex, si è comportata bene con me per due anni, e continuerà a fare così. Senza ammettere quello che è. Le sue relazioni continueranno così, con la maturità che serve in un rapporto, ma fino ad un certo punto, perchè poi se diventa troppo serio “non sa cosa dire a sua madre”. E ha 27 anni.

Io ho ammesso a me stessa cosa voglio dalla vita, a mia madre non le ho più detto “non è vero”, piuttosto che mentire sui miei sentimenti, io non rispondevo.

Ho fatto coming out con i miei compagni dell’università, anche a lavoro.

“e se poi non mi considerano e mi trattano male”? pace. Io sono quella che sono.

Andavo fiera della nostra relazione, e a distanza di due settimane, quasi me ne pento di averti dato tutto. Perchè non te lo meritavi. Maturità è quello che ci vuole nella vita. Maturità nell’affrontare le cose e non a comportarsi da bambina.

Spero che possa trovare anche lei la sua storia “importante” da farla maturare, da farle capire che una relazione è davvero un progetto di vita, e lei con me non ci ha nemmeno provato. Come una codarda. Perchè avrebbe dovuto dare spiegazioni, perchè avrebbe dovuto pulire casa, ma avrebbe avuto accanto a lei una persona che ogni mattina le avrebbe ricordato quanto bella fosse.

Ma i complimenti fanno più piacere se vengono fatti da un estranea, perchè c’è il brivido della serata.

Avevi una persona che sapeva riconoscerti tra la folla. E adesso vai pure a fare quello che non ti riesce,: avere relazioni frivole con gente a caso.

4 thoughts on “Pensieri pomeridiani

  1. Ti scrivo qui perchè è l’ultimo post che hai messo. Ti giuro che mi sembra di leggermi un annetto fa, a luglio. Ironia della sorte, è stato luglio anche per me, nel bene e nel male, il 26. Ti darei l’indirizzo dei mio vecchio blog ma non so quanto potrebbe farti bene. Potrebbe essere un po’ catartico, magari ti fa stare meglio. Mi piange il cuore “vederti” scrivere certe cose perchè (purtroppo) so che cosa si prova, in ogni istante e e in ogni parola [soprattutto]. Non ti dico le solite cazzate perchè è troppo banale e non serve a un cazzo. Sappi però, che se vuoi, nel caso, sai dove trovarmi. Non esiste la cura, sarebbe bello se fosse così, forse neanche il tempo, mai.
    Che tu possa avere sempre il vento in poppa!

    • ciao:) Grazie per essere passata e grazie per il commento.. sembra una stronzata ma ogni parola di conforto mi fa stare un po’ meglio.. Sinceramente oggi va meglio rispetto agli altri giorni, nel senso che realizzo sempre di più che se è finita ci saranno stati dei motivi. E alla fine mi sembra quasi di uscirne da vincitrice, perchè la figura di merda la sta facendo lei.. Nel senso che davvero giurava amore eterno e poi boh. Coerenza zero. Penso che passerò ancora momenti “no”, ma come si dice, “non è mai morto nessuno” . Ci vorrà il tempo che ci vorrà, ma per come l’ha fatta finire “a caso” la metà della disperazione è già andata. E mi dispiace per la storia in sè, mi dispiace per i bei momenti e tutto, però sono sempre più convinta che io avrò la storia che mi merito, e lei pure (in positivo o in negativo). Quindi si, fa male, e ci sono rimasta parecchio male, ma dopo un po’ si iniziano a vedere le cose da un’altra prospettiva, del tipo “mai più rischiare la vita per vedere lei in smonto notte”.

      • Sì lo so, sono i piccoli passi verso l’accettazione della cosa. Lo diceva già Eraclito “tutto passa” anche il problema è effettivamente farselo passare. Spero davvero che tu possa stare meglio il più presto possibile 🙂 e non lasciarti abbattere. Sfogati piangi distruggiti e poi riparti da zero, senza dimenticare, quello è fondamentale

  2. Lo so, e sarà dura, perché ha preso questa decisione dal giorno alla notte, e boh, non me lo spiego. Le cose che scrivevo di noi, erano cosi, mica me le inventavo.. Posso accettare una rottura, posso accettare tutto, perché capisco, perché tendo sempre a non giudicare.. Ma così, così é da codardi. Roba che il 23 di giugno eravamo al concerto di Vasco e mi abbracciava tutta felice, ma probabilmente già fingeva.. Io sono per la chiarezza, per il dirsi le cose e aggiustare i problemi, evidentemente non voleva..

I commenti sono chiusi.