Momenti di lucidità post crollo emotivo.

Dopo aver pianto come una pazza, dopo ore interminabili di peso sul cuore, dopo mille domande, dopo lo stalking, dopo l’insonnia, dopo le lacrime, dopo tutta questa sofferenza, oggi mi sono accesa una sigaretta, mi sono messa il costume e mi sono buttata in acqua.

Acqua gelida, fresca, pulita.

Ho deciso di vivere questo suo “periodo di pausa” con tutto il rispetto che ho per lei, ma mi permetto anche di pensare a quello che voglio io.

In 25 anni, un quarto di secolo, è stata la prima volta che mi sono trovata in una situazione di “tappetino”. Davvero voglio farmi trattare così? Davvero voglio stare con una persona che non sa se mi ama o no?

Ci sono passata anche io, anche io sono stata “la confusa”, quindi so cosa si prova.

Ansia, tachicardia, freddezza quando ci si abbraccia, e il classico pensiero “ma io voglio passare tutta la vita con questa persona?” e intanto prendi per il culo chi ti ama, e chi con te ci sta bene e basta.

Senza mezzi termini: io con lei ci sto bene, ma sul serio merito di stare così? Mi merito questo? Merito di piangere tutto il giorno? Merito la Solitudine?

La risposta a tutto questo è NO. Io non merito di stare così. E non voglio di certo la sua compassione. O stai con me, o non ci stai. o sei 100 o non sei niente.

Della compassione non me ne faccio niente, del “ma io non voglio farti soffrire, tu non te lo meriti, con te non mi manca niente ma sto così”. Io non me lo merito.

Io non voglio qualcuno che stia con me per pietà. La pietà al massimo la provo io. Perchè non ho assolutamente nessun tipo di rimpianto, io ci ho messo l’anima, ci ho messo il 10000% di me. Ho lottato con me stessa, mi sono messa contro la mia famiglia, sono andata contro tutto quello che mi era stato insegnato. Io per lei sono cambiata, sono cresciuta, ed ero pronta per una vita insieme. Lei no.

Quindi prendo atto di queste cose e mi metto in mentalità “non sono io a dover piangere”. Anche io ho una vita, anche io provo dei sentimenti. Anche io sono importante.

4 thoughts on “Momenti di lucidità post crollo emotivo.

  1. Complimenti! Mica facile riuscire a ragionare in questo modo così presto! Tu sei forte. Può darsi che sarà lei a superare queste sensazioni mettendoci il 10000% di se stessa e decidendo una volta per tutte che tu sei quella giusta, o può darsi di no e allora sarà qualcun altro un giorno a farlo, l’importante è che non dimentichi te stessa. Brava, vai così!

  2. Speriamo, nel senso che per lei é un momento davvero difficile.. Ma non é giusto tenermi in ballo cosi. Non va bene per la mia salute mentale e fisica.. Spero che prenda una decisione e che sarà quella, come avevo fatto io i primi mesi che stavamo insieme. Non é passato tanto tempo, ma stare con quel peso addosso fa andare tutto a rilento. Non andava bene nemmeno per lei, perché ogni secondo le mandavo un messaggio straziante. Cerco la tranquillità, vado a lavorare, e continuo con la mia vita. Quando e se prenderà una decisione, me lo verrà a dire lei, io non le chiedo più niente… Grazie per il sostegno 🙂

I commenti sono chiusi.