E tolgo la suoneria, così mi illudo ancora per un po’

E’ la fine? Siamo alla frutta? Non lo so.

Non ho la più pallida idea di come lei possa stare, non so cosa pensa, non so cosa fa, io non so niente. Mi dice che sta male, che ha bisogno di pensare.

Di noi?

Di te?

Del tuo lavoro?

Della tua vita?

Di noi?

Mi sento un idiota in preda a carenze d’affetto o non so cosa. Sono qui, e ho dei cazzo di turni di merda, e non posso nemmeno prendere, andare da lei, buttarla fuori di casa e tirarle una secchiata d’acqua fredda in testa. Sta male e io non posso aiutarla. Nemmeno mi cerca.

Risposte vaghe che lasciano fin troppo spazio all’immaginazione.