Ex di merda Part. 4 (ormai ho perso il conto)

Come ho già detto e ridetto, ancora non mi sono abituata alla “vita da lesbica”.

E’ sempre la stessa storia, e si ripete ogni volta che mi dimentico della loro esistenza: le creature del male si manifestano, loro esistono davvero, e te lo fanno capire con Whatsapp, un sms, un like su Facebook o una mail.

Sono una sognatrice, o forse un’illusa, perchè ancora non ho compreso il concetto che le Ex di merda spariscono per mesi, anni, decenni, poi all’improvviso, quando nella tua vita tutto va alla grande, tornano a rompere i coglioni.

Sono come gli accendini: ” fanno giri immensi e poi ritornano” (cit.)

Quindi.

Lunedì 26/01 ci salutiamo dopo aver passato un bellissimo e super rilassante Weekend insieme. Siamo state con le sue amiche, abbiamo cenato insieme,  siamo finite al pronto soccorso, ci siamo viste un po’ di film a casa sua, abbiamo amoreggiato, siamo andate a mangiare la pizza, ci siamo addormentate al cinema. Insomma, solite cose da vita di coppia.

Martedì: io scrivo la tesi, lei  lavora. Si fa sera, mi chiama e mi dice che la sua Ex, la subdola donna di merda, etero indecisa (quella che le scrive solo quando raggiunge un tasso alcolemico tale per cui può sentirsi in dovere di rompere i coglioni alla gente senza avere sensi di colpa) le ha scritto.

comunque mi sto vedendo con una ragazza, finalmente l’ho capito.. blablabla ciao scemina”  (se non era “scemina” era una roba del genere)

Quindi? Bravaaaaaa!!!! hai scoperto che passare i pomeriggi nelle chat per lesbiche, incontrare e limonare le ragazze di notte non ti rende ETERO!!! C’era motivo di condividere questa cosa con la mia morosa? Ti sentivi proprio proprio in dovere di farglielo sapere? EVVIVA.

 

Mercoledì: tutto tace

Giovedì: tutto tace

Venerdì: tutto tace

Sabato: partiamo dal sabato mattina. Il troglodita, cavernicolo, muscoloman (suo ex) va a bussare alla sua porta alle 9 del mattino. Per quanto mi possa urtare la presenza di quell’uomo, non posso dire niente, perchè sono stati insieme mille mila anni fa, non c’è mai stato nulla, sono amici da una vita, è il cognato della sua migliore amica ecc ecc. E VA BENE. Però non puoi rompere i coglioni di sabato, andando a suonare a casa sua, quando lei deve venire da me, e le dici pure: “si vede che sei dimagrita, hai messo su un bel culo”. NO. 

Come quella volta che io e lei siamo andate a comprare l’Xbox360 e abbiamo incontrato lui. E siamo finiti a “fare a chi ne sa di più di videogiochi”, e poi lui voleva venire a casa con noi, e poi “eh ma non prendere quel cavo Hdmi perchè ce ne sono di migliori”  e io “si ma per quello che deve fare lei, questo va più che bene”, e lui “non starlo a comprare ti do il mio” e io “no invece lo prendi adesso perchè a sto prezzo non lo trovi più”… ecc ecc..

Poi si compra l’Iphone 6 e mi dice “ah guarda questo gioco figo, vediamo se capisci come si fa..”  -.- Urto e violenza. E per quanto mi faccia schifo ammetterlo, andiamo pure d’accordo. Il fatto è che lui non sa di noi (ma secondo me si), e quindi mi urta la sua presenza, mi urtano le cose che dice, mi urta quando si deve mettere in mezzo.

 

E ok, lei se lo schioda, e parte poco dopo.. Arriva da me, mi guarda e mi fa ” ah oggi mi ha scritto la M.” ..

O.O ma vuoi vedermi morire oggi? poi? si vuole aggiungere qualcun altro?

” ah  quando stavi con me, il rossetto non te lo mettevi come cambiano le cose..Come stai?? io blablabla… alla fine ai tuoi gliel’hai detto? con lei come va? blablabla”

Questa non ha mai fatto allusioni a niente. Ma è quella che non sopporto. Lei è la sua ex storica, 3 anni insieme. Intelligente, con i soldi, laureata con il massimo dei voti, accento toscano, occhi verdi, e una fronte grande quando l’empire state building. Hanno fatto un sacco di cose insieme e quando M le scrive, tra le righe si evince sempre questo messaggio:

“ogni tanto ti chiedo come va, perchè tu mi conosci, e io ti conosco meglio di chiunque altro, e forse mi sento anche un po’ una merda che respira per come ti ho trattata, però vedo che stai bene adesso e allora la cosa mi solleva, quindi la mia coscienza ora è pulita.”

BRAVA. Clap Clap.

 

 

5 thoughts on “Ex di merda Part. 4 (ormai ho perso il conto)

  1. Dio. Se a me è venuto il contorcimento di budella soltanto a leggerti, non posso manco immaginare come ti senta tu. Adesso ho voglia di far male a qualcuno. Ma se a uno di questi sms le rispondessi tu?

    • Guarda.. Sabato ho risposto io alla sua ex, nel senso che le ho mandato un messaggio un po’ ironico, ma il concetto era “sto marcando il territorio, se potessi fare pipì addosso alla gente come fanno i cani, lo farei”.. il fatto è che trovo ingiusto mettermi in mezzo. Sono per il libero arbitrio.. Poi mi lamento di continuo, però trovo giusto rimanerne relativamente fuori..

      • Ah è vero, la mia era stata una reazione un po’ a caldo, ovviamente sì neanche a me piacerebbe far quella che “io e te litighiamo per la mia ragazza come se fosse un osso e noi due cani ringhiosi.” Ringhiare ringhio, ma lei non è un osso e si difende da sola, certo. Però che odio lo stesso, questa qui!

I commenti sono chiusi.