sfoghi.

Ogni tanto mi concedo un momento di pausa dalla mia “tesidimmerda”.

Rimango al pc, leggo notizie in giro per il web, guardo i video idioti su youtube tipo questo o questo.

Poi, apro facebook e penso “mi raccomando, stai calma e non ti incazzare, sei una persona pacifica, non si giudica, rispetta le idee altrui”.

No. Non ce la posso fare. Sono troppo sensibile per fare finta di niente, bella grazia che mi trattengo dal commentare i video di Francesco Sole.

Odio l’ignoranza. Odio le persone che pubblicano video di immigrati con scritto “viaaaa, bastaaaa, tornatevene a casa vostraaaaa”. Odio i commenti tipo questo:

 

“Dolce era la voce del Duce! Unico e vero leader di un’ITALIA che non esiste più! Oggi questi problemi non esistevano!” cit.

 

Poi devo astenermi dal commentare e reprimere le mie voglie più profonde? Si.

Davvero gente di 26 anni dice certe cose? si.

 

 

“Andrea ha 16 anni, ed è fascista. Si è rasato la testa, ma il suo fisico non gli permette di cercare lo scontro fisico con i nemici ideologici, quindi si limita agli slogan. Però ha la pericolosa tendenza a provocare quelli più grandi di lui, e almeno una volta ha rischiato seriamente di essere pestato. I più, per fortuna, tendono a ignorarlo o subiscono in silenzio le sue chiacchiere.
Andrea ha una comitiva di amici meno estremisti di lui, quasi tutti del tutto disinteressati alla politica. Lui il fascismo lo ha imparato in casa, con una famiglia di rigida tradizione mussoliniana. Ma l’apprendimento della tradizione deve essere stato alquanto deficitario.
Andrea litiga regolarmente con uno del quinto anno della sua scuola superiore. Durante uno dei primi litigi, terminò la discussione esclamando: “Basta, io sono per l’onore, viva il Duper!”
“Viva il che?” chiese l’interlocutore, basito.
“Come che? Il Duper, Mussolini!”
“Ma quale Duper? Duce, semmai”
“In italiano, io l’ho detto in latino”
“Ma che stai a dire?”
“Guarda qua e dimmi!”Con quest’ultima frase, Andrea indicò una scritta sul muro della scuola, “Dux mea lux”, e pronunciò compitando “Duper, mea luper”. “

 

 

 

Annunci

sogni che si avvicinano.

Non ho avuto molto tempo libero per aggiornare il blog, sono successe un sacco di cose, talmente SUPER (passatemi il termine da nerd-sfigata-anni 90) che non so nemmeno come fare a scrivere.

Andiamo per capitoli:

1. Finalmente mi sento protagonista della mia vita. Ho 24 anni e per la prima volta sento che le cose non mi sfuggono di mano. Sono io che decido cosa voglio e cosa non voglio fare, sono io che decido dove voglio arrivare, sono io che penso per me. Non mi ero mai sentita così consapevole, così determinata su ciò che volevo.

2. Quasi laureata. Ho passato queste ultime settimane a studiare per i miei due esami che mi dividevano dalla laurea. Mi laureo cazzo, sono in corso, manca solo la tesi. E di questo mi stupisco, mi sono sempre sottovalutata, mai avrei pensato di riuscire a finire in tempo. (Speriamo di essere capaci di scrivere la tesi se no ciccia).

3. Quasi via di casa. Laurea e poi via. Inizierò a cercare lavoro, parte dei miei compagni ha già trovato, sono positiva. Devo decidere se rimanere qui in Italia o iniziare a pensare seriamente di andare in UK, il  che comporta un contratto a tempo indeterminato, orari di lavoro assurdi, straordinari pagati, aiuto a trovare casa, possibilità di carriera ecc ecc.. Devo pensarci bene, anche perchè l’obiettivo era prendere casa insieme a Lei, e andare al canile a prendere un bel cagnolone vecchio e bisognoso di affetto. Ho un Budget limitato quindi i casi sono due: spendo quello che ho per i primi affitti e rimango in Italia sperando di trovare lavoro che sarà sicuramente precario, ma rimaniamo vicino alle nostre amiche (mie, sue, ecc); oppure andiamo in UK ma lei deve abbandonare il suo contratto a tempo indeterminato, e cercare lavoro in UK. Altra opzione che mi viene in mente adesso: chissenefrega, prendo casa insieme a lei, se abbiamo voglia di andare in UK andiamo, se no vediamo di tirare avanti a campare.

4. Quasi infermiera. dopo mille stage in uffici che mi annoiavano, dopo corsi post diploma su robe di cui non me ne fregava un cazzo, un giorno ho dato ascolto alla vocina interiore che non ascoltavo mai “vai a fare infermieristica”. Non è una missione come tutti pensano, non è spirito da crocerossina di sti cazzi. E’ scegliere una professione utile, che spazia in mille ambiti, si può stare in reparto di degenza, si può stare in sala operatoria, si può lavorare direttamente a casa delle persone, si collabora con altre figure professionali, si studia, ci si forma. Si incontrano persone di ogni genere (anche il feticista che frequenta il Decadence a Bologna e ti chiede il disinfettante perchè gli sanguinano i piercing ai capezzoli), si parla con persone che hanno bisogno di parole di conforto, si attiva il cervello in situazioni di emergenza, si ha a che fare con un codice deontologico, e soprattutto “ho visto cose che voi umani non potete nemmeno immaginare”. Ho la passione (e direi la calamita) per i casi sociali.  A parte tutto, mi piace la professione che ho scelto perchè ci si deve impegnare a non giudicare mai nessuno.

5. Vita amorosa. ultimo punto ma non meno importante: CHE BELLO ESSERE INNAMORATA.

 

Alla fine non ho concluso tanto, tutti questi “quasi” non mi fanno paura, MI GASANO UN SACCO.

ROCK N’ ROLL.

 

 

la canzone non sarà rock n roll, però la gente che fa i balletti mi mette allegria. YO.

era meglio quando odiavo Berlusconi.

Ultimamente ho poco tempo a disposizione, sono a quota -1 esame dalla laurea e devo scrivere la tesi, tutto ciò entro marzo. Quindi, il tempo è poco e la voglia di andare in palestra, suonare, amoreggiare è tanta. Mi distraggo un attimo e diventa un eternità.

E’ COLPA DI SALVINI.

E’ solo colpa sua se non concludo un cazzo, perchè dice cose davvero nonsense. Ha da dire sulla provincia di Torino e sulle mamme lesbiche, ha da dire sul suo vicino di casa straniero, e (udite udite) dice che bisogna assolutamente chiudere le frontiere perchè non possiamo accogliere terroristi (perchè arrivano col barcone i terroristi).

Ma perchè nessuno l’arresta? Perchè nessuno gli fa causa per le cazzate che dice?

La cosa che più non capisco è la marea di gente che lo segue e condivide i suoi pensieri. Non si tratta di avere ideologie diverse, si tratta di vite di persone, non si tratta di “controllo delle frontiere” si tratta di razzismo vero e proprio. Non è essere di sinistra o di destra: generalizzare e fare di tutta l’erba un fascio è da ignoranti.

E penso che, se ci arrivo io, possono arrivarci anche loro. E invece no.

Vorrei tanto essere incapace di capire. Vorrei tanto far parte della categoria di gente frivola che non si accorge delle cose che succedono.

Perchè tutto questo accanimento verso qualcuno? Ma davvero non abbiamo imparato una sega a scuola? Davvero nessuno ci arriva che anche Hitler aveva fatto uguale? “i comunisti e gli ebrei sono la causa della merda in Germania”. praticamente era andata così, solo che ai tempi erano analfabeti, adesso no.

Siamo nel 2015, la gente si laurea, le persone hanno smesso di firmare con una ” X “. Eppure qualcosa non torna. Tutti sappiamo leggere e tutti sappiamo scrivere, eppure qualcosa non va.

Accanimento contro TUTTO e TUTTI, odio, parole offensive a caso, augurano la morte a tutti quelli “diversi”, e poi chiamano “falsi, ipocriti, perbenisti” quelli che ricordano loro che si tratta di persone, non di datteri.

CHE ANSIA. 

Io davvero avrei un sacco di cose da dire al riguardo, concludo dicendo “speriamo che sia un TROLL”

 

si commenta da solo. tratta da “Meridionali che votano Salvini dopo 20 anni di insulti leghisti”