“ma tu ce l’hai il Gay-radar?” “io ho BRENDA”

“Ma tu ce l’hai il gay radar?”

“come fai a capire se una è etero o è lesbica?”

“come faccio a capire se anche lei è come me?”

Nel lontano 2010, esistevano i forum. Nel lontano 2010 bisognava avere occhio, bisognava avere della testa, attenzione ai particolari, serviva ingegno, osservazione e allenamento. Era così che riuscivi a captare l’omosessualità della tipa accanto a te:

– capelli corti

– taglio alternativo

– gatto

– unghie mangiate

– camminata da calciatrice

– canotta + camicia da boscaiolo

– timberland slacciate

– orologio a destra

– birra in mano

– tatuaggi

– sguardo fisso della serie “mi stai fissando perchè cerchi conferme dal tuo gay-radar”

Funzionava così: scansione veloce, “BIIIIIIP  BIIIIP”. Era il lella-detector.

Poi arrivano gli smartphone alla portata di tutti, arriva Android, e ci regala il Play store. Arrivano app di ogni tipo. Dopo Fruit Ninja, Crazy Diamond, Facebook, Twitter, Instagram, arriva l’app delle app: BRENDA.

Brenda è la morte della privacy, con Brenda non esiste “al mio paese non lo sa nessuno”, perchè scopri che la tua vicina di casa, quella che non esce mai, quella che non vedi da quando avevi 6 anni, è su Brenda. La vedi online, e hai appena caricato la tua foto. Sai che ti vede. Sai che ora LEI LO SA.

Brenda è la soddisfazione di dire “Cazzo, lo dicevo che era del giro anche lei!”, Brenda è la prova del 9 del tuo Gay-Radar.

Brenda è quell’app che fai installare alla tua amica etero confusa, che si evolve in etero-convinta, quando vede cosa c’è sul mercato: 15 camioniste, 3 tipe vestite di rosa, 10 ragazze  con foto orribili  abbracciate a gatti, alberi, tavolo di casa, svaccate sul comò.

Ps. Per fortuna ora ho un Windows Phone e Brenda è quell’app che sullo store non esiste. 😀

15 thoughts on ““ma tu ce l’hai il Gay-radar?” “io ho BRENDA”

  1. Ahah! Io lo ho installato per curiosità. Ho acceso l’app confrontare il mio paesino di campagna con Milano, nella mia università e.. risultato nel mio paesino la più vicina era a 12 km, mentre nella mia università ce n’erano almeno dieci a 0 Km.. mi è salita un’ansia incredibile immaginando che fossero dietro di me cosi ho eliminato l’applicazione!

    A presto,
    Mary

  2. io spezzo una lancia a favore di quell’app invece XD anche se la vergogna per averla usato una chat per incontri resterà con me finchè il mio corpo non marcirà nella tomba… XD

  3. Etero abbastanza convinta fino a qualche anno fa. Alle mia seconda laurea ad un paio di anni dalla prima scopro che la ragazza che anni prima veniva all’università con me e me la trovavo spesso in treno con me, del paese vicino al mio, qualche volta finivamo a vedere gli stessi film senza essersi date appuntamento. Chiamamola Ester anche se Esther era una altra storia.

    Una mia carissima amica un giorno mi fa “Ma la tipa è del giro, lo sapevi?” Cado dalle nuvole senza paracadute.
    Farsi due lauree, la seconda lavorando, senza figli e stando molto molto tempo sola in vacanza da sola e non porsi delle domande sarebbe sciocco. No brutta non direi. Assomiglio a Nora Tschirner con un paio di cm in meno di altezza ed un paio di kg in più [una decina inpiù 😦 ] Con Ester sono andata sciare, abbiamo dormito qualche notte assieme nello chalet della zia… n ni sono mai accorta di nulla.

    Adesso che mi sento attratta dalle donne non la trovo più in giro. Mi sono fissata che mi piacrebbe che mi facesse delle avances. Perchè io sono timida.

    Che faccio? Sta anche su fb, siamo amiche anche li. Magari non ne viene fuori niente altro che una amicizia rovinata …

    • sinceramente non lo so.. Io ti consiglio di uscirci in amicizia prima di cimentarti in dichiarazioni d’amore affrettate 😀 Inizia a frequentare locali gay piuttosto, magari ti senti attratta da lei solo perchè sai che è lesbica.. 😀

I commenti sono chiusi.