“Io, te e un sedile. Non chiedo altro per essere felice”.

” Io, te e un sedile”.

E’ il riassunto di una giornata passata in macchina, sulle colline, con i finestrini abbassati.

Io e lei, a fare pace, a parlare della brutta settimana passata. Io e lei abbracciate, a non dirci niente, a salvarci dalle api assassine.

Mi sono sembrati 10 minuti, e invece sono state diverse ore. Era tanto che non si passava un pomeriggio così tranquillo: lei con i suoi giornali da 75enne pensionata, io con la sigaretta elettronica a fare i giochini da 12enne. In macchina.

Spazio piccolo, forse scomodo, era un posto sicuro, solo per noi. Non c’era spazio per le brutte cose, solo noi due, qualche coccola e un abbraccio infinito durato ore.

 

 

..quando le dirò: “Amore, ho scritto sul blog..” mi farà la sgridata del secolo, perchè devo studiare, domani ho un esame. Ma come faccio a non condividere tutta questa gioia? TI AMO.

 

love is all you need

One thought on ““Io, te e un sedile. Non chiedo altro per essere felice”.

I commenti sono chiusi.