.. considerare che la mattina sei più bella di me.

Un letto singolo e una copertina bastano a noi due.

Siamo state in vacanza insieme, una settimana, un appartamento tutto per noi, il mare, la tranquillità.

E poi sono stata da lei.. E ieri notte è scappata da me, cena al giapponese e nanna. Sveglia alle 5, io in tirocinio e lei a lavorare.

Non mi riprenderò mai da tutto questo amore, e spero di non abituarmici mai. Ascolto un po’ di canzoni, finalmente il suo autoradio ha ripreso a funzionare e posso farle tutti i cd del mondo, penso alle prime volte che l’abbracciavo, al freddo di Maggio.

Ce ne stavamo li fuori dalla macchina a salutarci, aprivo la sua giacca di pelle, le mettevo il cappuccio della felpa in testa e la stringevo forte, non avevo mai sentito un profumo così buono, non avevo mai baciato nessuno in quel modo. Faceva freddo, era Maggio e non aveva mai fatto così freddo. Non volevo mai lasciarla andare a casa. Volevo stare con lei, volevo tenerla stretta a me, mi bastava solo lei. Fanculo gli orari di casa mia, fanculo le regole, fanculo la morale. E sento ancora quel profumo, sento ancora il cuore che impazzisce, le mani che non sanno dove andare, la voce che trema, la voglia di lei.

Andava a casa e lasciavo le cose in macchina esattamente come le aveva lasciate lei.

Ero una ventitreenne di undici anni felice, ora sono una ventiquattrenne di dodici anni ancora più felice.

Al mattino è la più bella del mondo.

 

 

Ci siamo svegliate alle 5 del mattino, dopo 4 o 5 ore di sonno.. e non c’è niente da fare, lei può andare a letto nelle peggiori condizioni del mondo, quando si sveglia è stupenda e basta. Mi sono svegliata e lei si è accoccolata, mi dava i bacini sul collo e mi stringeva, e io non potevo non essere la persona più felice del mondo.

 

“Fare castelli in aria e sognare, lasciami fare, lasciami disegnare la mia vita insieme a te.”

 

3 thoughts on “.. considerare che la mattina sei più bella di me.

I commenti sono chiusi.