tonti che non contano.

La rivedrò sabato, e me la spupazzerò come ogni settimana. Arriverà bene anche la mia laurea, così magari potrò pensare di spostarmi un pochino di più verso casa sua, o magari a metà strada, comunque più vicino che a un’ora e mezza di macchina..

chissà se le cose si sistemeranno. Nel senso che vorrei vivere un pochino di più “alla luce del sole“. Così la vita è vivibile, ma non come la vorrei. 

Ad aprile dell’anno scorso ci conosciamo, tempo due giorni e già metà delle persone che mi conoscevano sapevano che stavo messaggiando con lei. Mai avuta una storia con una ragazza, non sapevo nemmeno da dove cominciare. E poi tutto è venuto naturalmente, in una maniera così dolce e spontanea che non so nemmeno spiegare.

Anche a lei glielo chiedo sempre “ma perchè pensano che siamo sbagliate, come fanno a dirlo? guarda come siamo carine”. Perchè proprio non riesco a capire come fanno a vederci qualcosa di sbagliato.

I primi sono i miei genitori. Non penso che dirò mai di me a loro, se vorranno capirlo, lo capiranno da soli. E’ che sono troppo “responsabile” per causargli uno scompenso del genere. Non sono come loro, io non sono quel tipo di persona che vuol far cambiare idea agli altri. Perchè recare loro un tale danno? Come io devo essere libera di vivere la mia vita serenamente, anche loro lo sono. Però lasciatemi campare in pace.

E’ come quando ho deciso di non dire a mia mamma che fumavo, a casa mia questi sono motivi di scompenso, litigi, ansie, mesi e mesi di silenzio. 

Però cazzo. Invidio un sacco tutte le persone come me che hanno il “via libera” in casa. 

E un sacco di volte lei mi richiama all’ordine, perchè fosse per me, andrei in giro mano nella mano, saltellando e riempiendola di bacini e frasi smielose e cuoricini da paese dell’amore.

L’altra sera si parlava di una ragazza che da “lella convinta” ha iniziato una relazione con un ragazzo, quello che ho notato al tavolo è stato un velo di infinita tristezza, quasi invidia per lei che finalmente poteva andarsene in giro a fare quello che fanno tutte le coppiette del mondo, senza dover guardarsi intorno di continuo.

E sti cazzi. Perchè la cosa è davvero triste. Queste sono persone dichiarate che non dovrebbero avere problemi, e invece è uguale lo stesso. E quindi? Quindi penso che se fossimo state in un qualunque altro stato, la reazione sarebbe stata diversa.

E’ amore, non dovremmo stare qui a pensare a chissà cosa. o no?

3 thoughts on “tonti che non contano.

I commenti sono chiusi.